Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

Com'è strutturato un alveare?

Le api hanno bisogno di un luogo caldo, sicuro e asciutto in cui vivere. In natura, tendono a scegliere le cavità degli albero, o le fessure delle rocce. Le arnie usate dagli apicoltori sono state realizzate per rendere sempre più facile alle api gestire la propria colonia e produrre del buon miele. Tanti sono i tipi di arnie utilizzate nel mondo, ma seguono tutte gli stessi principi di base

Come sono chiamate le parti principali di un’arnia?
La figura in basso mostra perfettamente l’interno di un’arnia, e quindi tutte le sue parti e sezioni. All’interno, trovate il coperchio, i melari, il nido, l’ingresso e il rialzo. Ciascuna di queste parti è descritta qui di seguito.

The Beehaus

Coperchio esterno - Protegge l’arnia dalle intemperie. Viene assicurato dall’uso di una forte corda elastica.

Melari - I melari sono utilizzati dalle api per immagazzinare il miele. Ogni colonia produce miele durante l’estate, in preparazione dell’inverno. Se le vostre api saranno laboriose abbastanza, vedrete quanto miele riceverete! Ai melari si aggiungono dieci telaini e i rispettivi fogli cerei.

Il nido - Ecco qual è il cuore dell’alveare, lì dove le api vivono e dove la regina depone le uova. Questi larghi telaini sono chiamati “telaini da nido”. Attraverso di essi controllerete il lavoro delle vostre api. Ogni arnia contiene 11 telaini con altrettanti fogli cerei.

Ingresso - Grazie ad esso le vostre api saranno libere di entrare ed uscire in qualunque momento. L’ingresso dell’arnia gode anche di uno spazio riparato dalla pioggia e dal vento.

Rialzo - Il rialzo è importante per distribuire uniformemente il peso dell’arnia e per tenere l’ingresso lontano dai flussi d’aria.

Come si chiamano le parti interne dell’alveare?
L’interno dell’arnia è mostrato qui in basso; seguono le descrizioni delle sue varie parti.

The Beehaus

Il coperchio - Indispensabile per sigillare l’arnia e mantenere le api al suo interno, il coperchio è poggiato direttamente sul nido in inverno, quando non ci sono i melari, o sui melari durante l’estate.

I telaini da melario - I telaini da melario sono più bassi di quelli per il nido. Servono a trattenere la cera.

Escludi regina - La regina è l’ape più importante all’interno di un alveare, in quanto è colei che depone le uova e permette alla colonia di espandersi. Ma quando viene il momento di raccogliere il miele, la sua presenza potrebbe creare qualche fastidio. I melari dovrebbero essere i luoghi destinati ad accogliere il miele e nient’altro; la regina, però, non è a conoscenza di tutte queste sottigliezze, e se ne ha l’occasione depone le uova nei favi dei melari, cosa che rende più difficile la raccolta del miele. L’escludiregina vi aiuta a tenerla lontana dai melari. Va posizionata sopra i telaini del nido, ed è dotata di fori abbastanza grandi per far passare le operaie, ma troppo piccoli perché possa passarci la regina.

I telaini da nido - Sono localizzati lì dove le api immagazzinano il nettare e il polline per il loro uso immediato. Si tratta dello stesso posto in cui la regina depone le uova. Esistono telaini di dimensioni leggermente diverse.

Isolamento - Le api hanno bisogno di mantenere una temperatura costante per far crescere i propri piccoli. Se l’alveare è isolato bene, alle api saranno risparmiati un bel po’ di tempo e fatica.

Pavimento a rete - Il pavimento è costituito da una rete per assicurare un costante ricambio d’aria e per far cadere fuori dall’arnia acari (le varroa) e detriti.

Vaschetta per l’ispezione - La vaschetta si trova al di sotto del pavimento a rete. Serve ad intrappolare qualunque acaro, insetto o detrito che cada dall’arnia; questi, una volta analizzati, vi aiuteranno a capire se le vostre api godano di ottima salute.

Prodotti collegati

Le immagini dei clienti

Commenti Leave a comment

There are no comments just yet