Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

Gli uccelli e le api

La popolazione di una colonia varia a seconda delle stagioni. La colonia tipica farà crescere la sua popolazione utilizzando il nettare dei fiori primaverili. A questo punto, con un grande dispendio di energia da parte di tutte le compagne, inizierà a mettere da parte il nettare in estate conservandolo per l’inverno. 

Crescita della popolazione
Potete vedere le diverse dimensioni della colonia nel diagramma qui sotto:

bee colony size

Da Marzo in poi la colonia si dedica alla costruzione del nido e la regina inizia velocemente a deporre le uova, raggiungendo il picco verso Giugno. Il rapporto di api adulte da covare in questo periodo è di 2 a 1. La quantità di cibo richiesta dalla colonia si manterrà stabile, ma le api continueranno costantemente a immagazzinare nettare.

Il controllo della temperatura
La temperatura, all’interno del nido, deve essere mantenuta costante fra i 32 e i 36 gradi C. Per far ciò, le api operaie muovono le loro ali a ventaglio per raffreddare l’arnia o metabolizzano il miele per riscaldarlo. Il nido produce calore anche mentre le larve e le pupe si sviluppano.

Le uova delle api sono partenogenetiche, ciò vuol dire che schiudono senza essere state fertilizzate e da qui deriva la nascita di un’ape femmina o di un’ape maschio. Le uova non fertilizzate danno vita a esemplari maschi, conosciuti come fuchi, mentre le uova fertilizzate a esemplari femmine che diventeranno operaie o regine a seconda di come vengono nutrite dalle operaie. Non ci sono differenze fra le uova della regina e quelle dell’operaia, se non per il modo in cui vengono nutrite non appena schiudono. 

Tre tipi di celle
L’uovo viene deposto in diverse celle a seconda che sia fertilizzato o se destinato a dare vita a una nuova regina. Le celle sono di tre tipi:

  • Le celle dei fuchi - Larghe, esagonali, con un tetto a cupola.
  • Le celle delle operaie - Piccole, esagonali, con un tetto piatto.
  • Le celle della regina - Larghe, con una forma a ditale e costruite verticalmente.

    La regina misura le dimensioni della cella con le sue zampe frontali e aggiunge lo sperma per fertilizzare l’uovo all’interno della sua vagina, oppure depone un uovo non fertilizzato (nella cella dei fuchi). Quando l’uovo schiude in larva, somiglia a un piccolo verme, e le api iniziano a nutrirlo.

    Le larve vengono nutrite con una sostanza definita il “latte” delle api, cioè la pappa reale.  Si tratta di polline masticato, dall’alto valore nutrizionale. La larva viene alimentata per tre giorni con pappa reale, poi viene nutrita meno frequentemente fino a che la cella non è chiusa.

    La cella della regina è nutrita di una pappa reale ad alto contenuto zuccherino. Le larve vengono nutrite il più possibile prima che la cella sia richiusa. Questa diversa nutrizione da’ origine a una regina forte con delle ovaie molto sviluppate. 

    I fuchi vengono alimentati tanto quanto le operaie. Il coperchio della cella è una mistura di polline e cera traspirante.

  • Prodotti collegati

    Customer Images

    Commenti Leave a comment

    There are no comments just yet