Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

Varroa

La varroa è un acaro parassita che vive sulle api e, se non debitamente tenuto sotto controllo, può portare la colonia al collasso. L’acaro varroa è estremamente diffuso. La buona notizia è che esistono diversi trattamenti anti-varroa e, controllando costantemente l’arnia, individuerete l’infestazione facilmente e potrete ridurre il numero di acari al punto da non renderli più offensivi per la colonia.

Come individuare l’acaro varroa?
I non esperti tendono a pensare che l’acaro varroa sia difficile da riconoscere, ma se si conosce bene ciò che si sta cercando, è facile da individuare. La fotografia a destra mostra un esemplare adulto di varroa femmina.

Come vivono gli acari?
Gli acari varroa vivono insieme alle api. Si riproducono all’interno delle celle del favo prima che esse vengano opercolate, e si annidano sotto le larve. Una volta che la cella è stata opercolata, gli acari vi depongono 5-6 uova. Gli acari femmina depongono solo un uovo maschio che si accoppierà con le altre femmine per la riproduzione. Il maschio muore quando la cella viene aperta e le femmine con cui non si è accoppiato restano sterili. Le uova degli acari hanno un periodo di incubazione più lungo di quello delle api.

Durante l’estate gli acari vivono per circa 2-3 mesi. Sopravvivono all’inverno vivendo sulle api adulte, ma non sono in grado di riprodursi perché le api non sono in attività. Iniziano a moltiplicarsi in primavera, quando la regina ricomincia a deporre le uova.

Quali conseguenze hanno gli acari sulle api?
Le api che sono all’interno delle celle insieme agli acari varroa sopravvivono ma non sono più in grado di svilupparsi normalmente. Rispetto alle altre api, appaiono più piccole, con le ali deformate e muoiono tendenzialmente presto.

Come trattare la varroa
La varroa è una malattia molto comune tra le api, ed esistono alcuni nuovi trattamenti in grado di sconfiggerla. Eccone una breve lista:

1- Acaricidi
Tre sono i principali trattamenti anti varroa, facili da applicare e in grado di uccidere il 95% degli acari. Essi sono: Apistan, Bayvarol e Apiguard. L’ Apistan e Bayvarol sono striscie di plastica che vanno appese fra i telaini del favo. Apiguard è un gel a rilascio lento che va messo in alto, sui telaini, e funziona per evaporazione e per contatto, e le api possono mangiarlo. Si consiglia di alternare i trattamenti, per ridurre la resistenza che gli acari sono in grado di sviluppare alle sostanze chimiche in essi contenute. Il momento migliore in cui iniziare il trattamento è prima che inizi l’inverno. Lo scopo del trattamento è di proteggere le api appena nate, e di farle sopravvivere all’inverno, perché si aggreghino a una nuova colonia con l’arrivo della primavera. Si consiglia anche di trattare l’arnia in primavera, soprattutto se ci si accorge che alcuni acari sono sopravvissuti alla stagione precedente. Gli acari si moltiplicano in fretta, e l’arnia rischia di essere nuovamente infestata.

1- Rimozione della covata da fuco
Gli acari preferiscono deporre le proprie uova nelle celle dei fuchi. Un ottimo modo di tenerne sotto controllo il numero è di inserire un telaino da nido nell’arnia rivestimento alla base. In questo modo, le api costruiranno le celle per i fuchi al di sotto di esso, e una volta opercolate, potrete tagliarle via ed eliminare gli acari. Potete eseguire questa operazione da Aprile a Luglio, quando le api sono impegnate nella costruzione delle celle.

3-Apertura del pavimento a rete
Alcuni acari cadono naturalmente dalle api e dal favo. Se l’arnia ha un pavimento solido, esse cadono ma possono risalire sulle api. La Beehaus, invece, possiede un pavimento a rete che lascia gli acari cadere via dall’alveare e non permette loro di risalirvi.

Per maggiori dettagli sulla varroa e sui trattamenti anti-varroa affidatevi alle associazioni apicolori locali.

Prodotti collegati

Customer Images

Commenti Leave a comment

There are no comments just yet