Lavare una quaglia

Solitamente le quaglie si lavano nel caso in cui le si voglia far partecipare a una esibizione, ma se pensate che le vostre siano eccessivamente sporche, che abbiano avuto la diarrea o si siano rotolate nel fango, allora sappiate che il contatto con l'acqua non le traumatizzerà né farà loro alcun male.

Procedete come se doveste lavare i capelli a qualcuno in un lavandino. Preparate una bacinella di acqua tiepida per il risciacquo, e aggiungetevi un po’ di sapone-shampoo. Una cosa importante è tenere la quaglia ferma, con un indice tra le sue zampe, per evitare che sfugga o si faccia male. Lavate e risciacquate la quaglia lentamente e con accuratezza perché tutto il sapone vada via.

A meno di non avere una quaglia speciale, che se ne sta tranquilla di fronte al termosifone, teli e asciugacapelli dovranno accompagnarvi nell’impresa. Cercate di asciugare le piume come fareste con i vostri capelli. Strofinate gentilmente con un’asciugamani per assorbire l’acqua in eccesso, e lasciate il tocco finale al phon, stando attenti a che non sia troppo caldo o potrebbe danneggiare le piume.

Customer Images

Commenti

There are no comments just yet

Leave a Comment

Ricevi la Newsletter di Omlet

Chiudi

Registrati per gare, eventi, offerte speciali e molto altro: è gratis!