Ci sono dei tempi di attesa a causa dell'elevato numero di domande. Vi preghiamo di visionare la nostra pagina sulle Consegne per ulteriori informazioni.

Accoppiamento

A litter of baby gerbils.

Cuccioli di gerbillo.

Prima di decidere di fare accoppiare i vostri gerbilli, è importante sapere cosa fare dei nuovi nati. Una coppia di gerbilli può dare vita a circa 50 cuccioli nell’arco della sua vita riproduttiva. Ci vuol davvero poco per ritrovarsi circondati di mini gerbilli in cerca di una casa.

I gerbilli maturano sessualmente intorno ai 4 mesi di età. La femmina entra nella stagione dell’accoppiamento di sera. Ciò che accade dopo è una questione privata fra il maschio e la femmina.

La gravidanza dura fra i 21 e i 25 giorni, a quel punto la madre mette al mondo i piccoli. I gerbilli nascondono bene la gravidanza ed è facile non accorgersene, sebbene negli ultimi due giorni la loro pancia appare più gonfia. Il loro comportamento cambia, la femmina diventa aggressiva con il maschio poco prima di partorire. Non hanno bisogno di aiuto nell’atto finale, in pochi minuti capirete che qualcosa è successo dallo squittio che si sente venire dalla gabbia.

Tenete a mente che i gerbilli, come tutti gli altri roditori, si accoppiano lo stesso giorno in cui la femmina partorisce. Ad ogni modo, poiché allattando e accudendo i piccoli l’impianto dell’embrione è ritardato, la seconda cucciolata viene al mondo dopo circa 28-43 giorni dalla prima.

I gerbilli partoriscono fra i 5 e i 6 cuccioli alla volta, ma possono anche averne tre o nove. Sfortunatamente, nel raro caso in cui la femmina ne partorisce solo uno o due, potrebbe non innescarsi in lei l’istinto materno e potrebbe non occuparsi dei figli che moriranno così poco dopo. Se avete un’altra coppia e la femmina ha appena partorito, potete affidare a lei i cuccioli. Potete provarci anche con i ratti e i topi.

Le femmine a volte sembrano maltrattare i cuccioli, muovendoli da una parte all’altra, dividendoli in gruppo, colpendoli. Nonostante le apparenze, questo è un comportamento perfettamente normale e i piccoli non vengono mai feriti.

La madre si occupa dei cuccioli, ma anche il gerbillo padre da’ una mano nella gestione della prole. Li tiene puliti e al caldo e alle volte li sposta dal nido e li riporta indietro. I cuccioli di gerbillo nascono rosa, senza peli, con gli occhi e le orecchie sigillate. Tutto ciò che fanno è squittire, contorcersi e succhiare. Non sono in grado di tenere sotto controllo la propria temperatura corporea e per questo dipendono dai genitori. Verso i 17 o i 18 giorni i loro occhi si aprono e iniziano a sviluppare i denti. A quel punto si tuffano sul cartone, sui trucioli, sui residui di cibo per masticarli. In questo periodo sono ancora nutriti col latte materno.

Lo svezzamento inizia quando i piccoli gerbilli hanno raggiunto le quattro settimane di età. Da questo momento in poi iniziano a mangiare cibo solido, in particolar modo semi piccoli, e attingono alla bottiglia d’acqua, abituati a succhiare dalle mammelle.

Per essere sicuri che i piccoli gerbilli abbiano completato il loro sviluppo sociale ed emozionale, dovreste tenerli insieme ai genitori fino a che non avranno raggiunto le sei settimane, ma possono continuare a vivere sotto lo stesso tetto fino alle otto settimane.

In natura, i piccoli sono incoraggiati a lasciare la tana e cercare una nuova casa tutta per sé; ovviamente non possono fare lo stesso in cattività, è quindi importante allontanare i più piccoli dai genitori prima che ne nasca qualche conflitto.

Prodotti collegati

Customer Images

Commenti Leave a comment

There are no comments just yet