Per vostra informazione, Omlet continua il lavoro come al solito. Qui ulteriori informazioni.

Gabbia e lettiera

I gerbilli vanno tenuti all’interno, in una gabbia adatta alle loro necessità. Sebbene sopportino senza troppi problemi le temperature estreme, la loro casa dovrebbe essere posizionata lontano da una finestra e quindi dalle correnti, e all’ombra. Teneteli in una camera che visitate spesso in modo tale da controllarli regolarmente e da fare loro compagnia. Così si abitueranno a voi più facilmente e diventeranno più socievoli.

Ai gerbilli piace scavare. Li vedrete spesso aggiustare i tunnel già fatti e scavarne di nuovi con regolarità. La gabbia ideale per un gerbillo deve possedere una lettiera profonda, dove per l’appunto scavare. Una vaschetta bassa non è adatta a loro.

Potete scegliere fra i seguenti materiali per la lettiera:

  • Segatura
    Sebbene sia molto economica, non è raccomandata, poiché rischia di causare irritazioni ai loro occhi e al naso.

  • Trucioli di legno
    Molti puliti, non causano problemi di salute ai gerbilli. Meglio evitare i legni troppo profumati come il cedro, poiché contengono delle sostanze in grado di far insorgere allergie negli animali, e malattie respiratorie. I gerbilli tenderanno a rosicchiare i pezzi di legno più grandi in modo tale da rimpicciolirli e usarli nella costruzione dei tunnel. Se mescolate del cartone e della carta, le fibre estratte dai criceti aiuteranno a fissare i trucioli perché i cunicoli si mantengano saldi.

  • Carda o cartoncino a listerelle
    Si tratta di un materiale molto pulito, che non provoca allergie o altri problemi, ma la carta non attrae particolarmente i gerbilli, che sia carta bianca o riciclata. Se sospettate, però, che gli animali soffrano di qualche patologia legata alla loro lettiera, la carta o il cartoncino li faranno stare meglio.

  • Paglia e torba
    Potete usare questo mix per offrire ai vostri gerbilli un ambiente il più naturale possibile. Potranno ancora scavare tutti i cunicoli che desiderano, e non rischiano di ammalarsi. Ma si tratta di un materiale difficile da gestire e mantenere al meglio; se troppo asciutto non permette ai gerbilli di scavare, se troppo umido può sviluppare funghi e causare malattie respiratorie.

  • Materiali per il nido
    Esistono diversi tipi di materiali per il nido. Probabilmente il migliore è la semplice carta igienica. I gerbilli sono soliti ridurla in minuscoli brandelli fino a renderla simile al cotone. A questo punto ne riempiono il nido. Nulla di più economico e di più utile per loro!

Un po’ di tempo fuori casa
I gerbilli amano esplorare il mondo al di fuori della loro gabbia. Con la Qute potrete facilmente spostarli da una stanza all’altra e lasciarli passeggiare ovunque vogliano. Se avete altri animali in casa, state attenti a che non vengano aggrediti o feriti involontariamente. Inoltre, assicuratevi che non abbiano fili e cavi a disposizione da rosicchiare. Nel 2001 un bambino stava giocando con il suo gerbillo quando all’improvviso lo vide scomparire in un buco nel pavimento. I pompieri impiegarono 13 ore per recuperare l’animaletto, senza menzionare il pavimento antico di 400 anni andati distrutto (uno dei due rimasti costruiti da Leonardo da Vinci). Non date loro una palla per muoversi intorno perché si annoieranno presto.

Prodotti collegati

Le immagini dei clienti

Commenti

There are no comments just yet

Leave a Comment

Ricevi la Newsletter di Omlet

Chiudi

Registrati per gare, eventi, offerte speciali e molto altro: è gratis!